Via del fagutale

Sofia Antonaci

Poesia

Una carta pallida, terrorizzata,

colpita a morte

sanguina il sugo della mia

pizza rossa.

Una scarpa la calpesta, acuisce il suo dolore,

riapre la ferita

ancora sangue, ancora sugo.

Il vento lenisce il tormento,

la trascina verso est.

Il candore macchiato

riflette timido i raggi solari.

La ruota scura la travolge,

l’appiattisce

e lei si perde, lontano ormai

dal mio sguardo.